Diserbo e concimazione: il cantiere con Ikarus, iXter, iXtra e Geospread nella giornata in campo

Il terzo cantiere messo in campo nell’azienda Le Colombaie di Visano (Brescia) il 13 luglio 2017, in occasione della giornata dedicata ai concessionari "Kverneland Field Day", è dedicato a diserbo e concimazione.

Il ritorno della "manica d'aria" sull'Ikarus

Con un allestimento speciale della botte Ikarus, Kverneland ha presentato una soluzione con manica d’aria.

Nelle barre tradizionali il getto è proiettato, quindi il trasporto delle gocce al bersaglio avviene solo grazie all’energia cinetica delle gocce. A volte, quindi, ci possono essere problemi di deriva e scarsa penetrazione nella vegetazione da trattare quando c’è vento o la vegetazione è molto rigogliosa. Con la manica d’aria di Kverneland, invece, grazie all’esclusiva disposizione degli ugelli a 25 cm anziché a 50, raddoppiamo il flusso d’aria nonché la conseguente copertura.

La ventola è di grandissimo diametro (850 mm) e la turbolenza creata con la distribuzione delle gocce di agrofarmaco facilita la sua deposizione sulle lamine fogliari con una copertura mai vista prima.

E’ bene in questo caso montare comunque degli ugelli antideriva e in caso di trattamento su terreno nudo o senza vento  è bene non azionare il ventilatore, perché la turbolenza creata dal getto di aria può causare la permanenza in aria delle gocce più a lungo e aumentare la deriva.

 

iXter B e iXtra: un cantiere completo, simile a un semovente

E’ il concetto della doppia botte: il serbatoio frontale iXtra offre un volume totale di circa 3000 litri, facendo della combinazione iXter-iXtra una valida alternativa alle macchine semoventi.

Quando il peso posteriore caricato dal trattore è elevato, è necessario un contrappeso per bilanciare l'insieme. Il serbatoio iXtra, con la sua capacità di 1100 litri, è l'esatta risposta a questa necessità.

Il concetto dell'iXtra offre moltissimi vantaggi, in quanto può offrire diverse modalità d'uso: in caso di riempimento di un solo serbatoio frontale, la capacità potrà aumentare del 60%. Utilizzando invece entrambi i serbatoi, si potrà azionare il riempimento separato e successivamente lavorare indipendentemente. Infine, potrà essere utilizzato semplicemente come serbatoio di acqua pulita o addirittura con un prodotto diverso dalla posteriore, per poter lavorare su campi diversi e/o per clienti diversi senza necessità di continui lavaggi.

La botte è dotata del sistema esclusivo iXclean Pro per un controllo automatico della valvola elettrica in dotazione a tutte le macchine ISOBUS compatibili. Ciò significa che tutte le funzioni possono essere controllate dalla cabina del trattore: dalle fasi del diserbo alla miscelazione, dal lavaggio dell'impianto al lavaggio esterno della macchina stessa, premendo semplicemente un pulsante. Oltre al riempimento automatico, l'iXclean Pro controlla anche un programma di auto-pulizia e risciacquo dell'intera botte. Il tutto in pochissimi minuti e con una richiesta di acqua minima.

 

Con Geospread, concimazione senza sprechi e a dose variabile

In Italia oltre 200 mila spandiconcime hanno un’età maggiore di 15 anni e la maggior parte di essi sono centrifughi e dotati di un solo disco di distribuzione del concime con pessima uniformità, spreco di prodotto, ridotta efficienza dei concimi distribuiti alle colture e…. perdite di azoto nell’ambiente. Quindi è più che mai urgente che gli agricoltori rinnovino le attrezzature obsolete, e gli spandiconcime CL e TL Geospread sono senza dubbio la carta vincente.

I segreti degli spandiconcime CL e TL Geospread sono nel concetto di spandimento Centre Flow a rilascio orizzontale del concime. L’esclusiva precamera accelera gradualmente la forza centrifuga del prodotto, facendolo confluire in modo costante il prodotto sui dischi di spandimento. Inoltre, otto pale per disco assicurano una larghezza di spandimento variabile a seconda dei modelli, da 9 a 54 metri.

Il concime è sempre in contatto con le pale e sempre nello stesso punto, attraversando tutta la lunghezza delle stesse e mantenendo una distribuzione costante anche nei terreni collinari.