Kverneland svela un nuovo standard di taglio con GEOMOW, la combinata Butterfly da10m di larghezza di lavoro.

GEOMOW garantisce il massimo potenziale sulla falciacondizionatrice  Kverneland 53100MT Vario. La nuovissima ed innovativa applicazione GEOMOW garantisce la regolazione automatica delle sovrapposizioni tra fronte e retro e il sollevamento nella testata di fondo campo attraverso il controllo delle sezioni, garantendo un aumento del 10% di produttività.  

GEOMOW assicura che la falciacondizionatrice stia sempre utilizzando il massimo della capacità. GEOMOW riconosce sempre la linea di guida del trattore e quindi la posizione della macchina anteriore, permettendole di reagire istantaneamente e regolare la sovrapposizione delle unità di taglio posteriori.

Come lavora GEOMOW
Tagliando in condizioni di terreno pianeggiante hai la necessità di utilizzare la minima sovrapposizione per garantire il massimo della larghezza di taglio, lavorando invece in condizioni di campi difformi GEOMOW automaticamente riconoscerà l’esatta posizione della falciacondizionatrice frontale e automaticamente aumenterà l’overlap di quelle posteriori evitando così parti non tagliate.

Qualora in chiusura di campo la correzione dell’overlap non sarà sufficiente a garantire una totale copertura l’operatore riceverà dal terminale un allarme. In caso di lavoro in condizioni collinari, dove il trattore normalmente perde di aderenza, GEOMOW automaticamente aumenterà l’overlap per evitare parti non tagliate.

GEOMOW è stato concepito per esasperare il nuovo concetto di sospensione QuattroLink, infatti è grazie a questo nuovo sistema che con le nostre macchine garantiamo sempre una pressione costante a terra in qualsiasi condizione di lavoro.

Controllo automatico delle sezioni – Controllo delle testate
Il nuovo software GEOMOW include la gestione delle sezioni automatiche della barra di taglio, elima infatti ogni operazione per il driver a fine campo evitandogli errori di manovra o movimentazioni delle parti idrauliche. Automaticamente a fondo campo la falciacondizionatrice si solleverà attivando le sospensioni anche della posteriore.

In questo modo l’operatore potrà concentrarsi solo ed esclusivamente sul lavoro da svolgere. 

9 gennaio 2018